22 Aprile 2020

Emergenza Coronavirus – Misure di sostegno per le Famiglie

 

 

BancAnagni è vicina alle imprese e famiglie alle prese con i danni causati dall’emergenza epidemiologica con misure di sostegno economiche per contenerne gli effetti.

 

 

Sostegno alle famiglie – “Iniziativa BancAnagni”

I privati intestatari di finanziamenti rateali (mutui prima casa – mutui fondiari/ipotecari – mutui chirografari) che in ragione delle limitazioni subite nell’attività lavorativa autonoma svolta o delle limitazioni sofferte dal datore di lavoro a causa dell’emergenza epidemiologica, che hanno determinato o determineranno una riduzione dei flussi reddituali, possono richiedere la moratoria sulle rate dei mutui fino a 12 mesi successivi alla richiesta.

Per procedere con la richiesta*, sarà necessario scaricare l’apposito modulo ed inviarlo debitamente compilato alla mail dedicata moratorie@pec.anagni.bcc.it.

* Le richieste non rappresentano un impegno e la Banca si riserva la facoltà di valutarle singolarmente.

 

-Scarica il modulo  (Sostegno alle famiglie – “Iniziativa BancAnagni”)

 


 

Moratoria COVID-19 su Prestiti personali e Cessione del quinto PrestiPay

Può essere richiesta la sospensione del pagamento delle rate per i prestiti personali e per le cessioni del quinto dello stipendio erogati a privati fino al 3 aprile 2020 con importi superiori a 1.000 euro e durate superiori a 6 mesi.
Durata sospensione max 6 rate accodabili. La sospensione dell’intera rata (quota capitale e quota interessi) determinerà lo spostamento del piano di ammortamento per un periodo pari alla sospensione accordata. Gli interessi che matureranno durante il periodo della sospensione saranno calcolati sul capitale residuo al tasso di interesse del contratto di finanziamento originario. L’ammontare corrispondente a tali interessi sarà ripartito in quote nel corso dell’ammortamento residuo (come previsto dalle FAQ presenti sul sito del MEF).
Verranno considerate le richieste pervenute entro il 30/06/2020.

Possono accedere alla moratoria:

– Intestatario prestito personale

    • Dipendenti in cassa integrazione comprovata (da fornire in alternativa) da busta paga con Cassa Integrazione, lettera di conferma del trattamento di cassa integrazione, dichiarazione nominativa dell’azienda della messa in cassa integrazione, modello Inps SR41 richiedibile dal cliente;
    • Dipendenti licenziati dal 21/02/2020;
    • Autonomi e liberi professionisti che autocertifichino nel trimestre un calo del proprio fatturato superiore al 33% del fatturato dell’ultimo trimestre 2019 in conseguenza alla chiusura o alle restrizioni della propria attività operata in attuazione delle disposizioni adottate dalle autorità competenti per l’emergenza Coronavirus.

– Cliente in bonis alla data del 21 febbraio 2020

Fatto salvo quanto sopra, rimangono esclusi dall’iniziativa i titolari di pensione, i dipendenti pubblici e para-pubblici non soggetti a cassa integrazione.
I clienti che desiderano avanzare richiesta di accesso alla Moratoria devono contattare la filiale di competenza presso la quale è stato sottoscritto il finanziamento.

 

 


 

ContattaciScriviciCerca la Filiale